13 OTTOBRE

Sala Fassbinder
ore 21.00

CRISTINA KRISTAL RIZZO/CAB008

VN Solo

coreografia Cristina Kristal Rizzo

ACQUISTA | PRENOTA

ph Ilaria Scarpa

CRISTINA KRISTAL RIZZO

Dancemaker, è attiva sulla scena della danza contemporanea italiana a partire dai primi anni 90. É tra i fondatori di Kinkaleri, compagnia con la quale ha collaborato attivamente attraversando la scena coreografica contemporanea internazionale e ricevendo numerosi riconoscimenti. Dal 2008 ha intrapreso un percorso autonomo di produzione coreografica indirizzando la propria ricerca verso una riflessione teorica dal forte impatto dinamico. Attualmente una delle principali realtà coreografiche italiane è ospitata nei più importanti festival della nuova scena internazionale. Alla produzione si affianca una intensa attività di conferenze, laboratori e proposte sperimentali. In qualità di coreografa ospite ha creato coreografie per I principali enti Lirici ed istituzioni italiane e straniere, tra i quali il Teatro Comunale di Firenze – Maggio Musicale Fiorentino, Ater Balletto, Balletto di Toscana, LAC Lugano, MACRO Roma, MUSEION Bolzano, Museo Pecci di Prato.

ph Marco Mazzoni

coreografia e danza Cristina Kristal Rizzo

assistente musicale Federico Costanza

luci Gianni Staropoli

produzione CAB 008

con il sostegno di MiBAC, Regione Toscana, Comune di Firenze

durata 35′

Questo solo ricerca il rapporto più prossimo tra danza e musica, emancipando le potenzialità espressive del corpo in cui l’umano si esperisce come puro potenziale. Verklärte Nacht nella versione di Von Karajan con la filarmonica di Berlino, è l’incipit per articolare una danza viscerale e, la partitura di Schönberg, fa vibrare l’impersonale della danza di un corpo che si da alla musica. È un incedere lento, inesorabile, dove l’attimo non è che il sembiante di un tempo più vasto, che rompe i limiti dell’immaginario. La danza è un passo a due con un robot che fa il suo percorso e va a intrecciarsi con quello dell’artista. La sua presenza apre uno scenario sull’imponderabile, su tutto quello che si interpone tra corpo e spazio e può cambiare e ridisegnare le coordinate.

A work matured after the preparation of Schönberg’s Verklärte Nacht in a group version and with live orchestra. Now here, it is the idea of facing it as a solo that wins and, according to Cristina Rizzo’s words: “as a sort of rib coming off the choral version, a challenging way to find the closest relationship between dance and music “.